sabato 13 giugno 2015

GLI EXTRATERRESTRI POTREBBERO ESSERE UNA MEMORIA COLLETTIVA QUANTISTICA


Randy Allen, ricercatore del Dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare, dell’università dell’Oklahoma, si è chiesto se una probabile vita aliena è così come noi la conosciamo, oppure è possibile che esistano principi completamente diversi che la regolino, chiamando in causa anche la meccanica quantistica. Cosa c’entra la meccanica quantistica? Bene seguiamo il ragionamento di Allen, immaginate forme di vita che siano in grado di controllare le particelle subatomiche, così come noi riusciamo a manipolare i componenti biochimici delle nostre cellule. Potrebbe essere possibile che in miliardi di anni, civiltà aliene intelligenti si siano evolute così tanto da essere in grado di padroneggiare la meccanica quantistica. La loro tecnologia li avrebbe portati a sviluppare supercomputer quantistici di potenza per noi inimmaginabile. Per cui con questi supercomputer, tutta la loro esistenza avrebbe potuto essere “informatizzata”, tutte le memorie, le esperienze di vita e anche le emozioni, in pratica tutto avrebbe potuto essere trasferito in un “cervello quantico collettivo”. In questo modo questa razza aliena sarebbe passata a uno stadio evolutivo in cui la loro “specie”, anche se biologicamente estinta, avrebbe potuto diventare realmente immortale. Di fatto si avrebbe a che fare con una coscienza collettiva con possibilità illimitate. Forse, attraverso la supersimmetria o l’entanglement, potrebbero “sentire” l’intero universo. Praticamente, dal nostro punto di vista sarebbero degli essere soprannaturali, degli dei. Non esisterebbe più la necessità di competere per le risorse, probabilmente, gli Alieni quantici, sarebbero esseri pacifici e tranquilli. Potrebbero anche essere a conoscenza della nostra esistenza ma semplicemente non si interesserebbero a noi. Molte tra le menti più brillanti del nostro pianeta ritengono che siamo sulla buona strada per realizzare un'intelligenza artificiale quantica, chissà, per il momento possiamo solo speculare, fare ipotesi , anche le più fantascientifiche ma ricordiamoci sempre che noi umani siamo così limitati che formulare ipotesi che vadano molto avanti nel tempo è molto difficile.